Cerca le Santissime Risposte

lunedì 2 luglio 2012

Amare gli animali e amare Dio.


<< Caro Joseph,
sono un contadino e vivo di agricoltura e di allevamento nella mia tenuta in campagna. Ho una famiglia di cui vado molto fiero: una moglie e due bellissimi figli.
Vado molto fiero anche del mio allevamento. Lavoro molto, e mi piace lavorare! Amo molto gli animali. Molte volte mi trovo a pensare che sono una benedizione del cielo. Tanto per cominciare mi danno di che vivere, e poi sono buoni e mansueti, non come gli uomini, che io sempre descrivo (a chi me lo chiede, ovviamente) come le bestie più cattive che il Signore ha voluto seminare sulla Terra.
Gli animali sono il segno della bontà di Dio.
Ma devo confessarti una cosa, che mi vergogno di dire anche a don Eusebio, il caro pastore della mia parrocchia: ogni tanto, specialmente di notte vado a trovare i miei cari animali, e mi vien voglia di rendere grazie al Signore. Ecco perché ogni volta porto un crocifisso e un rosario con me. Mi inserisco il crocifisso nel mio ano, cingo il mio pene con il rosario, e bacio gli animali. Sento il loro fiato sul mio viso, e la loro calda saliva sulla mia bocca e anche sul mio naso. A volte lascio che un animale bacia il rosario che cinge il mio pene, così si sente benedetto anche lui.
Mi piace pensare che questo sia un ringraziamento nei confronti dei sacri animali che riscaldarono col loro fiato il buon Gesù Bambino.
Con mia moglie, molte volte la possiedo chiamandola “vacca” e infilando il crocifisso nel suo, di ano, ma faccio tutto questo per lo stesso motivo: lodare Dio tramite la Sua creazione.
Volevo sapere: queste pratiche sono accettate da nostro Signore, e mi stanno mantenendo sulla retta via?
La ringrazio, viva il Cristo. >>


Caro fratello in Cristo,
prima di tutto ti ringrazio per esserti rivolto a me: è sempre con immensa letizia che accolgo le richieste di quelli che tra i miei fratelli si sentono in dubbio. E provo ancora più gaudio quando i miei consigli si rivelano utili, spandendo balsamo di sollievo sui loro petti. 
Andiamo con ordine. Tu mi dici che lavori la terra e vivi dei suoi frutti, e allevi animali, pagando con la tua e la loro fatica il prezzo che ogni buon padre paga per mantenere la propria famiglia.
Sei meritevole di lodi, caro fratello, già solo per questo, perché c’è scritto: “Il pigro brama, ma non c'è nulla per il suo appetito; l'appetito dei diligenti sarà soddisfatto.” (Pr 13, 4). Oltretutto, tu ami il tuo lavoro, e non c’è niente di meglio di questo poiché: “Il pigro è simile a una pietra imbrattata, ognuno fischia in suo disprezzo.” (Sir 22, 1-2).
Quindi, se gli animali sono il tuo lavoro, cosa c’è di male ad amarli come ami il tuo lavoro?
Gli animali occupano un posto speciale negli scritti biblici a causa della loro creazione da Dio e del loro ruolo in rapporto agli uomini. Dio vede gli animali come rappresentanti delle sue meravigliose attività creative e li ha creati per avere una relazione speciale con gli esseri umani. Egli infatti dice: "Io ho fatto la terra, gli uomini e gli animali che sono sulla faccia della terra, con la mia gran potenza e con il mio braccio steso…” (Gr 27:5).
Quindi, veniamo al tuo dubbio: non c’è nessun esplicito divieto nel baciare gli animali. Il Levitico è chiaro: “Se un uomo si accoppia con una bestia, sarà messo a morte; ucciderete anche la bestia.” (Le, 15).
Paragoniamo forse un casto bacio con un accoppiamento? Uno dei significati della parola “adorare” è: accostare la bocca, baciare, da “ad” che vuol dire “verso, vicino” e “os, oris”, che vuol dire appunto, “bocca”. Adorare il Signore significa essergli così vicini, intimi, confidenti, da poterlo avvicinare con la bocca: così come è rappresentata da diversi artisti l’adorazione dei Magi, proprio nell’atto di baciare il bambino trovato dopo una lunga e difficile ricerca. Essi forse si accoppiano con lui?
E, dunque, perché non adorare il Signore tramite gli animali, che oltretutto fai sì che adorino il Signore a loro volta, facendogli baciare il rosario che cinge il tuo pene?
Qui veniamo all’altro punto della questione: c’è un posto giusto dove collocare sacri oggetti come il crocifisso o, appunto, il rosario? La mia risposta è no. Infatti, come non è, purtroppo, più obbligatorio esporre il crocifisso nei locali pubblici, così non è vietato porlo dove la volontà del fedele comanda. C’è chi lo appende sul muro, chi lo tiene vicino al proprio letto, chi sul cuore, chi nel cuore, e, come te, nell’ano. San Paolo disse: “Non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo?” (1 Cor 6,19):  secondo te al Signore importa da quale porta del Suo tempio tu faccia entrare il crocifisso? Stesso dicasi per il rosario.
Infine, che tu chiami tua moglie “vacca”, infilandole il crocifisso nell’ano, non è peccato. I rapporti che coesistono tra un uomo e una donna uniti nel sacro vincolo del matrimonio e che non disperdano seme sono tutti accettati.
In conclusione, caro fratello, io ti rassereno: nulla di quello che fai offende il Signore o la Sua parola. Continua ad amare tua moglie e i tuoi figli nel timore di Dio, e insegna loro ad adorare la Sua creazione.

Spero di esserti stato d’aiuto. Cristo regni.
Tuo,
Joseph.

37 commenti:

  1. CHE SCHIFO!
    "A volte lascio che un animale bacia il rosario che cinge il mio pene, così si sente benedetto anche lui."
    Qui ci voleva il congiuntivo: A volte lascio che un animale BACI il rosario... così che si SENTA benedetto..."
    Insomma, un po' di rispetto per la lingua italiana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Riccardo,
      La lettera che ci è pervenuta, è stata inviata da un contadino. Abbi un pò di pazienza. Non tutti sono dotti, e hanno avuto una certa formazione culturale. Evidentemente Dio ha un progetto diverso per quel contadino, che non sia l'insegnamento della grammatica nelle scuole.

      Cordiali saluti,
      Cristoforo

      Elimina
    2. Riccardo ti amo! (non come il contadino ama i suoi animali però)

      Elimina
    3. Riccardo ... sei un fottuto GENIO!

      Elimina
  2. Caro Riccardo,
    rispetto profondamente la sua osservanza dei crismi grammaticali, ma lei si riferisce a un indubbio errore commesso da un fratello che si è rivolto a noi non per un consulto linguistico, ma per un consiglio spirituale. Ergo, le domande che i nostri fratelli ci fanno non vengono corrette, così da rispettarne l'integrità e la genuinità.
    Spero continui a visitarci, e magari porre un quesito che la tormenta nell'anima e non nel sussidiario delle scuole elementari.
    Grazie.

    RispondiElimina
  3. Joseph e Cristoforo, avete certamente ragione. Non mi pareva possibile che una persona che segue le scritture potesse non considerarsi "colta" ad ogni livello ma avevo evidentemente la mente piuttosto confusa. Pregherò perché non accada più e mi dolgo fin da ora.

    RispondiElimina
  4. ognuno è libero di usare le sue terga come meglio crede, però a tutto c'è un limite: io non turberei l'innocenza di quei poveri animali.

    ps: ma hai chiesto a Gesù Cristo se il posto in cui lo metti è di suo gradimento o meno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Portatore di pensieri empi ed impuri, io ti conosco. e ti conosceranno l'intero pandemonio della palude del Cocito.

      Elimina
  5. ahaha, ragazzi siete dei geni!

    RispondiElimina
  6. In un mondo dove si sentono ogni giorno di terribili torture e maltrattamenti verso gli animali, mi rasserena il cuore leggere di allevatori che li amano e li adorano.
    Dovremmo noi tutti rispettare ed amare gli animali in quanto creature del Signore.
    Lode a Gesù.

    RispondiElimina
  7. Stupro della lingua Italiana a parte, io un animale che lecca il mio pene, scusate, ma lo considero come un atto sessuale eccome... Se poi voi intendete solamente la penetrazione beh... Ma quindi, dato che è scritto “Se un uomo si accoppia con una bestia, sarà messo a morte; ucciderete anche la bestia.” (Le, 15). però voi considerate lecito il fatto che un animale lecchi il pene di un uomo, o che "un casto bacio" non sia paragonabile al rapporto, vale la stessa cosa per gli omosessuali... Un bacio non è paragonabile ad un accoppiamento, quindi nessuno dovrebbe opporsi ad un bacio omosessuale.... stessa cosa per una "leccata in allegria"... Eppure lo fate. Coerenza saltami adosso e violentami in modo selvaggio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro fratello in Cristo anonimo,
      ti ringrazio per questo tuo intervento. Come per il nostro fratello in Cristo Riccardo, per quanto riguarda la questione linguistica non posso che risponderti: il fratello in Cristo che ci aveva scritto in cerca di risposta ai suoi dubbi non è sicuramente un appartenente all'Accademia della Crusca, ma un umile lavoratore che magari non ha avuto la possibilità di frequentare le tue scuole e non ha potuto esercitare il suo congiuntivo a dovere. Abbiamo quindi pensato di lasciare la sua domanda con tutte le imperfezioni del caso.
      Ti invito, inoltre, a leggere bene cosa c'è scritto: gli animali baciano il rosario che un fedele ha attorcigliato al proprio pene. Se per assurdo ti obbligassero a baciare un rosario avvolto su di un escremento, la considereresti coprofagia?
      E ti esorto anche a ripassare la parte dove io delucido al nostro fratello in Cristo allevatore il significato del bacio in quanto segno di adorazione, che nella sua etimologia contiene il significato di "avvicinare la bocca".
      Spero di aver dissolto le tue perplessità, Caro fratello in Cristo anonimo, e spero che tu scriva ancora su questo spazio.
      Cristo regni.
      Joseph.

      Elimina
    2. è chiaro che quando non hai alternative cominci a travisare la realtà disponibile. L'animale lecca/bacia il rosario, è quello lo strumento.
      il marcio si è insinuato nelle scissure della tua mente contaminata dalle immagini di Babilonia.
      Che Cristo Nostro Signore possa riportarti sulla retta via.

      Elimina
    3. Ah certo, e adesso gli animali hanno la cognizione di distinguere il rosario dal pene e quindi sfiorano solo quello... Ma per favore, smettiamola di prenderci in giro, un animale non ha la distinzione talmente fine per riconoscere il rosario, ci da di lingua e lecca anche il pene, e pare che al nostro amico qui sopra piaccia anche tanto, dato che è recidivo. Personalmente non mi interessa quello che fa, potrebbe anche emulare (come già detto da qualcuno) cicciolina, non mi tocca minimamente... Ma almeno non facciamo passare questo come un non rapporto con animali, quando due persone che si amano sono odiate perchè dello stesso sesso. A tal proposito, se io "avvicino la bocca" a quella di un altro uomo, senza altri atti non è considerato bacio omosessuale, bene buono a sapersi.

      Elimina
    4. Sia reso grazie al Signore! Alleluia!!
      il Signore vede e provvede, ti ha fatto scoprire che di non essere omosessuale!
      Questo è il primo passo fratello, seguici ancora.
      Cristo regni sempre sulle tue intenzioni

      Elimina
    5. L'eterosessualità e l'omosessualità non dovrebbero esistere, sono concetticreati dall'uomo per odiare.... L'amore è quello che conta, comunque si manifesti.

      Elimina
    6. Bello vedere come la gente ottusa non capisca che questo non è un blog serio...
      Mi fate scompisciare!!! :D :D

      Elimina
    7. E secondo te sei l'unica intelligente qui dentro?

      Elimina
    8. no sei tu l'unico poco intelligente a non aver capito quello che stai leggendo :)

      Elimina
  8. Anche a Cicciolina piaceva "baciare" parti di un cavallo...che donna religiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro fratello Anonimo 03 luglio 2012 18:37, mi spiace deluderti ma l’attrice coinvolta non era Cicciolina ma Denise Dior, nome d’arte di Paola De Simone, la quale simulò solo il rapporto, e per giunta senza l'utilizzo di alcuno strumento religioso.

      Elimina
  9. scusami ma fate veramente sul serio? no dico ma ci credete veramente a quello che scrivete?? perchè sembrate anche persone colte io parlo di joseph cristoforo e compagnia bella dopo questa domanda avevo un'altro questito che è emerso dopo aver letto la domanda del contadino ma se casualmente il mio migliore amico dovesse immettere un rosario nel suo ano e io avvicinassi le mie labbra e la mia lingua sul rosario sfiorando le pareti dell'ano e se il rosario finisse troppo infondo all'intestino crasso ci potrei arrivare col mio pene o è definito come atto impuro e sacrilego? grazie in anticipo nel nome del padre del figlio e dello spirito santo (io credo che potremmo catalogarlo come "MISTERO DELLA FEDE")

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro fratello in Cristo anonimo,
      non credo di aver ben capito la domanda. Tu mi stai chiedendo se, baciando un rosario inserito in un ano, tu toccassi l'ano stesso, commetteresti peccato?
      Qui siamo nella vecchia diatriba tra intenzione e atto: se un'intenzione benevola prevedesse un atto (anche involontario) malevolo, diventerebbe essa stessa malevola? La mia umile opinione è: no.
      Se ti è mai capitato di voler baciare un rosario inserito in un ano, e sfiorare le pareti dell'orifizio, quello che ti consiglio è di purificare la tua lingua.
      L'altra domanda che mi pare tu abbia posto, se ho ben inteso, è se un ano toccato da un rosario diventi a tal punto puro da poterlo penetrare con il pene. Basta che tu non ci disperda il tuo seme: raccoglilo in un bicchiere e conservalo per sette giorni, finché gli spermatozoi non muoiano.
      Spero di aver interpretato bene le tue domande e di aver dissolto le tue perplessità.
      Cristo regni.

      Elimina
    2. Caro, aninimo, e poi dopo aver conservato il tuo sperma per sette giorni mettilo in freezer, ci esconono dei fantastici e nutrienti ghiaccioli. Altrimenti mettilo anche prima di sette giorni, alcune bamche del seme lo comprano, potresti diventare ricco.

      Elimina
    3. Fratello Joseph, sono confuso: inserire il proprio pene in un ano maschile, per quanto santificato dalla previa introduzione di un rosario nello stesso, non comporta omosessualità, e quindi azione empia e peccaminosa, a prescindere dalla dispersione del seme? Secondo questa interpretazione il rosario, o altri oggetti benedetti, avrebbero proprietà magiche e attraverso di essi si potrebbe annientare l'empietà di qualsiasi peccato! Resto in attesa fiduciosa di un chiarimento ai miei dubbi.

      Elimina
  10. Ma siete grandiosi! Sto blog è divertentissimo! Inventate cose strepitose, mi fanno male le mascelle dal ridere!
    ^_*

    RispondiElimina
  11. LE IMMAGINI DI BABILONIA:::::::::: puahahahahahahahah

    RispondiElimina
  12. non c'è più rispetto per nessuno, hahaha spero che voi vi stiate inventando tutto. se non è così conosco un paio di psichiatri che potrebbero esservi utili.

    RispondiElimina
  13. Dio miooooooooooooo cosa mi tocca leggereeeeeeeee. FATE SCHIFO!!!!! Che Dio vi perdoni!
    Dany

    RispondiElimina
  14. Questa si chiama perversione!
    Ci sono tanti psichiatri che potrebbero curare queste turbe sessuali...
    Grave trovare certi quesiti su un blog chiamato "risposte cristiane".
    Agghiacciante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io ho ppaaauuuuuuuurrraaaaaaaaaaaaaa!!!!!!

      Elimina
  15. La lettura di questo blog mi ha portato alla conversione. Da ora in avanti voglio solo vivere nella grazia del Signore. Spero che potrete dirimere i miei dubbi che, sono sicuro, nasceranno in me in quanto essere imperfetto, solo recentemente toccato dalla luce.

    Grazie dal profondo del mio cuore
    Jesus rules

    RispondiElimina
  16. ragazzi, ma non vi è mai saltato in testa che forse queste lettere (soprattutto questa del contadino) siano semplicemente delle prese in giro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, anch'io amo trascorre momenti "speciali" con gli animali, ed essendo un cristiano praticante trovo molto interessante la lettura di questo blog

      Elimina
    2. Guarda che nella Bibbia c'è scritto che in caso di accoppiamento, bisogna abbattere pure la bestia! Pensi che l'abbiano scritto seriamente?? Forse che la colpa della bestia è quella di andare giro nuda ed assumere posizioni provocanti? Povera bestia...... (parlo dell'animale, non ti offendere ;-) )

      Elimina
  17. Allucinante!? Questo contadino è solo un pervertito! Chi ama gli animali non fa queste pratiche e soprattutto non li alleva per mangiarli o farli mangiare!? Gesù mio!!!!!!!

    RispondiElimina

Cari fratelli e sorelle in Cristo, i commenti saranno moderati per evitare che eventuali intemperanze possano offendere i nostri lettori più sensibili. Sappiatevi regolare.