Cerca le Santissime Risposte

venerdì 27 settembre 2019

Attento Zucky: solo il Signore può bannare!

«
Fratello Tancredi,
mi sono imbattuto in questo documento di cui ti invio il link Appello contro la Censura.
Pare che Zuckerberg abbia applicato le regole della community che prima usava solo per rimuovere i post di tette e culi, per bannare pagine di satira e di informazione politica.
Prima ha bannato le pagine fasciste e in tanti abbiamo pensato “ha fatto bene: il fascismo è proibito dalla legge italiana”.
Poi però ha bannato quelle comuniste, subito dopo che il parlamento europeo ha equiparato nazismo e comunismo.
Ma il parlamento europeo non ha promulgato nessuna direttiva o regolamento! Ha solo emesso un parere.
E allora perché lo ha fatto?
Sono andato a vedere e ho visto che in realtà neanche i fasci erano stati estromessi per rispettare la legge italiana, infatti quello è americano: che gliene frega delle nostre leggi? Aveva solo applicato i suoi cazzo di regolamenti!
Si! Gli stessi con cui cancellava i post delle statue e dei quadri rinascimentali perché si vedevano i capezzoli.
Ma per un’altra delle sue regole: l’incitazione all'odio e alla violenza.
Beh allora va bene.
Eh ma chi controllava i post? Dei software automatici. Così mentre nelle pagine fasciste aveva in effetti trovato frasi che dicevano di fare affogare gli immigrati, di linciare i senza tetto, di stuprare le politiche di parte avversa, quando ha deciso di fare fuori le pagine di satira comunista gli è bastato dire ai software: “cerca le parole cattive: fascismo, nazismo, Casapound, e le immagini con i cattivi Mussolini, Hitler, e le armi, quindi chiunque con un arma in mano!”
Se le pagine di satira e di informazione avevano parlato male del fascismo o di Casapound, se avevano postato un manifesto cinematografico con Clint Eastwood che impugna la sua magnum 44 per prendere in giro qualcuno, il post era segnalato e dopo un po’ di segnalazioni (che per farne una decina in anni ci vuole poco) la pagina bloccata.
Tu mi chiederai “e io che sono un esegeta che c’entro?”.
La mia domanda è: “ma Zucky ha peccato?”; si lo so è ebreo, ma tu sei esperto anche di Antico Testamento e quindi saprai dirmi se arrogandosi il diritto di separare i buoni dai cattivi si è reso inviso a Nostro Signore!
Ma soprattutto, può un uomo inventare delle leggi e porle al di sopra della legge di Dio?
Devotamente tuo
Rosso (ma ho il pelo)
»

Fratello in Cristo Rosso,
la tua domanda è molto importante perché oggi molti uomini si arrogano il diritto di giudicare e lo fanno secondo proprie leggi.
Vediamo prima di tutto se è lecito giudicare.
Gesù ha detto (Matteo 7,1-3) Non giudicate, affinché non siate giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate, sarete giudicati; e con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi. Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio di tuo fratello, mentre non scorgi la trave che è nell'occhio tuo?
Sembrerebbe quindi che non bisogna emettere giudizi perché chiunque ha le sue colpe e bisogna pensare prima ai nostri peccati.
Si conferma il più semplice concetto (Giovanni 8, 3) Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei.
Se capiamo meglio il concetto, Gesù quindi non dice che non bisogna giudicare, dice che se sei uno stronzo che è andato in giro a peccare come se non ci fosse un domani, allora stattene zitto che è meglio.
Facciamo un esempio: se ti sei fatta trombare da tutta la classe, la classica trave, e hai fatto bene se lo hai fatto osannando il nome del Signore ad ogni orgasmo provato, non puoi però dare della zoccola alla tua compagna di banco solo perché si è trombata uno che ti piaceva, a confronto una pagliuzza! Percepisco delle risate di fondo! Trave e pagliuzza non sono dimensioni dei cazzi, sono la parola del Signore!

Il trave e la pagliuzza
Se però sei una vecchia mai stata moglie, senza mai figli, senza più voglie hai tutto il diritto di andare dal commissario e dire senza parafrasare, quella schifosa ha già troppi clienti, più di un consorzio alimentare.

Il Consorzio Alimentare
Quindi essenzialmente se hai la coscienza pulita puoi giudicare, ma non è che nessuno ti obbliga, o no?
No! Giudicare è un dovere infatti Gesù ha anche detto (Giovanni 7:24) Non giudicate secondo l’apparenza, ma giudicate con giusto giudizio.
Quindi se la tua coscienza è pura e immacolata, e se giudichi secondo giustizia, ovvero secondo la Parola di Dio Padre, allora non solo puoi, ma devi sputare tutte le sentenze che ti frullano per la testa.
Dobbiamo quindi capire se Zucky era quella che si è trombata tutta la classe o la vecchia mai stata moglie e se ha giudicato secondo la legge di Dio.
Ebbene Zucky non è uno stinco di santo.
A parte il fatto che è ricco da fare schifo e se volesse salva l’animazza sua dovrebbe donare tutto ai poveri, ha fatto soldi vendendo i dati personali degli utenti diventando ancora più ricco.
Allora non può giudicare?
Non è così facile: si è pentito, ha detto: scusate, è tutta colpa mia.
Bene allora ha restituito i soldi? E che cazzo c’entra? Siamo cristiani! Scusate, ma se uno ammazza e scanna tutta la vita, poi in punto di morte si pente, cosa credete che succeda? Va dritto in paradiso e passare anche dal via, così ritira pure i 20.000 euro che in paradiso non gli serviranno, ma tanto piove sempre sul bagnato. 
Invece se uno si comporta santamente tutta la vita, poi un giorno precipita in un burrone e mentre cade tira un porcoddio della madonna, proprio un attimo prima di spiaccicarsi al suolo, cosa succede?
Non bestemmiare prima di spiaccicarti!
Si è pentito? No! E allora va diritto all'inferno, e senza passare dal via. E dire che a lui i 20.000 per corrompere Caronte avrebbero fatto comodo.
Quindi il pentimento vale se è sincero, non se restituisci i soldi e, data la faccia da cane bastonato, mi sento di garantire per lui.
Finito? Tutti a casa? Zucky ha fatto bene a bannare tutte le pagine dei comunisti buontemponi?
Piano! Dobbiamo ancora vedere secondo quali regole ha giudicato, quelle di Dio o quelle degli uomini?
La regola che ha applicato è molto semplice: niente istigazione all’odio, alla violenza.
Sembrerebbe molto cristiana ad un occhio buonista.
Ma Dio è un Piddino buonista o un sovranista?
Già qui il dubbio sorge, si narra che l'angelo più bello sia stato cacciato all'inferno perché chiedeva un po' di democrazia: magari è un po' sovranista ...
Cerchiamo di capire allora: potrebbe essere che a Nostro Signore non piaccia troppo il buonismo: la regola della community di FB è in accordo o va contro la Parola?
Torniamo a Gesù: Egli ci dice di amare, ma vediamo bene chi dobbiamo amare? 
(Marco 12, 31) Amerai il prossimo tuo come te stesso.
Non tutti! Il prossimo. Che non vuol dire il secondo che arriva e il primo lo puoi gonfiare come una zampogna! Vuol dire chi ti è vicino. I tuoi amici, i parenti, (il tuo popolo, non gli altri, per i sovranisti stalinisti delle pagine bannate).
E come gli è venuta in mente questa storia? Sicuramente affermazione sopravvalutata dai buonisti: pare che una sera come tante, gli apostoli dopo la solita sbronza galattica a base di vino prodotto a basso costo da Nostro Signore toccando il secchio ogni volta che saliva pieno dal pozzo, stavano venendo pesantemente alle mani perché Giuda affermava che il Betlemme sarebbe finito sicuramente in B dopo il derby in cui il Gerico gli avrebbe spaccato un culo della Madonna.

Un culo della Madonna!
Gesù dovette quindi intervenire per placare gli animi ricordando loro che chi vinceva il campionato lo decideva solo Suo Padre e che questa storia della palla rotonda (del culo e della sfiga), era una bufala messa in giro dai politeisti e dai loro oracoli che si facevano pagare per compilare le schedine. Quindi tanto valeva amarsi senza litigare: il campionato lo avrebbe vinto il Gerusalemme (che era un po’ come la Juve di oggi).Vediamo ora che in realtà Nostro Signore non ha mai predicato amore con tanta leggerezza!
Certo, lo Spirito Santo tende a fare alzare il tasso alcolico, cosa che porta facilmente alla rissa, ma anche gli altri due non scherzano!
Intanto vediamo che Dio Padre odia tutti quelli che gli stanno sui coglioni, infatti è scritto (Sap 14,9) Perché a Dio sono ugualmente in odio l'empio e la sua empietà. (Sal 26,5) odio la banda dei malfattori e non siedo con i malvagi.
E Gesù? Era un pacifista? Certo, ma è solo riferendosi ai litigi col prossimo, fra amici, che ha detto (Lc 6,29) A chi ti percuote sulla guancia, offri anche l'altra.
Ma se di fronte hai chi è degno di odio, cosa consigliava Gesù? (Mt 10,34) Non crediate che io sia venuto a portare pace sulla terra; sono venuto a portare non pace, ma spada. Quindi niente cazzotti: direttamente fuori le lame!
Non per nulla gli apostoli giravano armati e quando i romani arrivano a catturarlo, Gesù li fermò, ma solo per accontentare il suo vecchio che ci teneva tanto a vederlo morire inchiodato avendo già depositato il copyright dell’immagine del Cristo in croce che lo avrebbe reso il Dio più ricco di tutti gli universi.
D’altra parte Dio Padre è proprio colui che ha sempre consigliato di non andare per il sottile: le lame sono una fissa di famiglia. Se i confinanti ti stanno sul cazzo (Dt 13,16) allora dovrai passare a fil di spada gli abitanti di quella città, la dovrai votare allo sterminio con quanto contiene.

Vecchio film di ispirazione biblica
Ma non sempre, in effetti, lo sterminio ordinato era totale: quando vedeva i suoi ragazzi particolarmente arrapati infatti ordinava (Gdc 21,11) Farete così: voterete allo sterminio ogni maschio e ogni donna che abbia avuto rapporti con un uomo; invece risparmierete le vergini.
Infondo, questa passione per le vergini suo cugino più giovane Hallah l’ha imparata da Nostro Signore!
Tornando al dunque.
A odiare, abbiamo capito, non si fa niente di male per il nostro buon Dio, anzi!
Quindi il nostro Zucky si è arrogato il diritto di giudicare e fin qui scopriamo che ha fatto bene, perché è dovere del buon cristiano (ad honorem, visto che è ebreo) non farsi i cazzi suoi e sputare sentenze su tutto ciò che non lo riguarda (il divorzio, l’aborto, l’eutanasia, insomma tutti i cazzi degli altri,  visto che ai credenti non dovrebbe interessare fare nessuna di queste cose), ma lo ha fatto secondo i suoi comandamenti e non quelli di Dio e questo lo condurrà direttamente nella Geenna a meno che non si penta in punto di morte: i ricchi hanno sempre chi li tiene in vita più a lungo possibile, quindi, di solito, riescono a sfangarla (i poveri invece muoiono nel sonno e sono fottuti). 
Jenus e il cammello
D’altro canto la famosa citazione (Mc 10,25) È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio, è solo una cattiva traduzione: in realtà si trattava di una gomena e non di un cammello, insomma, un banale cappio, che se la corda è abbastanza lunga, basta allentarlo e allargarne l’asola per farci passare quello che vuoi; basta pagare e i ricchi l'hanno sempre saputo: il biglietto per il Paradiso non è gratis. Certo poi sono arrivati quei tirchi di protestanti che non volevano cacciare neanche un euro, e il Vaticano ha perso una grossa fetta del mercato, ma questa è un'altra storia ...
Finito.
Vi aspettavate che potessi io, umile esegeta consigliare a Zucky di togliere il Ban alle pagine comuniste?
Gli lancio un anatema? Certo che il Signore mi è apparso! E mi ha anche fatto capire che il comunismo è cosa giusta: la sua Parola inequivocabilmente dice che il proletariato (gli Ebrei) deve espropriare i beni dei capitalisti (gli altri popoli) facendo la rivoluzione (passandoli a fil di spada): (Gs 11,14) Gli Israeliti presero tutto il bottino di queste città e il bestiame; passarono però a fil di spada tutti gli uomini fino a distruggerli: non risparmiarono alcun vivente.
Ma Tancredi non è Rasputin e Zucky non mi darebbe retta: i bei finali in cui tutti vissero felici e cantanti ci sono solo a San Remo, nelle favole e nelle religioni!
Se Zucky toglierà il Ban lo farà perché gli farà comodo, probabilmente perché ha chiesto che venga istituita una corte suprema di Facebook, indipendente e sovranazionale in modo da poter smettere di essere considerato responsabile, smettere di pagare stipendi a gente che passa la vita a spulciare post splatter; gli interessa solo lavarsene le mani di segnalati e segnalatori e pensare finalmente ai benedetti soldi.

San Giuseppe
Ma come il nostro devoto Rosso, perdiamo il pelo, ma non il vizio e chiediamo allora aiuto a Papa Ciccio! Una bella intercessione al capo galattico riconosciuto da tutte le sinistre mondiali: benedica le pagine satiriche nel nome di San Giuseppe, e in cambio della rimozione del ban, offra a Zucky il dono della santità (tanto, uno più uno meno, oramai ne fa dozzine all'anno, e anche se non è battezzato, chi vuoi che se ne accorga!). 

Benedittanza
Quanta i peccatori che giudicano le travi nelle altrui mutande e non vedono la propria pagliuzza
Quanta gli esperimenti generici sui cammelli per ottenerne di più piccoli della cruna di un ago
Quanta le vecchie senza più voglie che a buon diritto segnalano i profili delle influencer con le poppe al vento


Tancredi

giovedì 5 settembre 2019

Tette nuove per Sant'Agata: miracolo o chirurgia ricostruttiva?

«
Caro fratello Tancredi,
nel visitare le splendide terre di Sicilia ho scoperto una truce storia: la Santa patrona di Catania, Agata, non volendo cedere alle voglie del proconsole romano, subì violenze di ogni tipo fino all'amputazione dei seni senza anestesia.
Pare però che San Pietro, che passava da quelle parti, le abbia miracolosamente ridato i suoi seni, sennonché mi chiedo, come è possibile che continuino a circolarne le reliquie, se glieli ha riattaccati?
Ma allora San Pietro può essere considerato il protettore delle tette delle donne?
Forse è possibile implorarlo per avere dei seni nuovi, grossi e prosperosi?
Io ho le tette più piccole dei pettorali del mio fidanzato che, spesso e volentieri, si gira per strada a guardare quelle delle altre: dici che posso pregare anche io San Pietro per rimpolparmele o devo per forza pagarmi una protesi in silicone? Ma come è possibile che, dopo essere stata miracolata con un seno nuovo, Agatella sia poi morta solo per avere dovuto camminare sui carboni ardenti? Che senso aveva sprecare un miracolo così bello? Forse si era lamentata per la misura ed è stata punita dal Signore per ingratitudine? Ma allora sono ingrata anche io? Allora è forse meglio non rischiare l'ira del Signore e restarsene con le tette piccole?
Aiutami!
Tua
Giuseppina
»

lunedì 3 giugno 2019

Ballbusting: espiazione o offesa al Signore?

«
Caro fratello Tancredi,
girando per il web ho scoperto interessanti siti religiosi facilmente selezionabili usando le parole chiave "ball busting". 
Vi si trovano video di peccatori che si fanno punire da sante ragazze le quali hanno ricevuto dal Signore la capacità di palleggiare e, invece di sprecarla giocando a football, adoperano questa vocazione per aiutare uomini, che hanno perso la retta via, a riconquistarla nel dolore, percuotendo ripetutamente i loro genitali con vigorosi calci fino a farli inginocchiare di fronte al Signore. 
Da come questi uomini ringraziano le ragazze, è evidente che questa forma di espiazione è potente e riesce a restituire il candore e la gioia al loro animo grazie alla contrizione e al dolore. 
Siccome ultimamente ho molto peccato rivolgendo le mie impure fantasie alle tette della sorella della mia fidanzata, pensavo, certo non di confessarle i miei reconditi desideri, potrebbe strapparmi i coglioni per molto meno, ma di chiederle di aiutarmi nel riavvicinamento al Signore prendendomi a calci nelle palle con qualche seduta di ball busting, magari indossando un completino come quello della foto che ti allego.
Pensi che quest'espiazione possa essere sufficiente? 
devotamente 
Tuo Andrea
»

sabato 9 febbraio 2019

Ma davvero le altre religioni sono un dono di dio?


«
Caro Fratello Tancredi,
ho letto sul giornale che papa Ciccio, dopo avere incontrato infedeli di ogni risma, ha affermato che "la pluralità di religioni è volontà divina".
Ma questo non è in contrasto con la nostra fede in un unico Dio?

Il dio degli eserciti non ci ordina di sterminare gli adoratori di falsi dei?
Liberami dal dubbio!
Devotamente
Renatino
»

sabato 1 dicembre 2018

Giocare a Poker con Gesù

 Il Texas Hold'em nel nome di Dio


Esimio Prof. Girolamo, mi chiamo Antonio, vengo da Milano e sono un cattolico con una grande passione per il gioco d’azzardo. Lo amo in tutte le sue forme;  baccarà, blackjack, roulette, pusoy, scommesse sportive, ma soprattutto amo il poker, principalmente nella sua variante americana del Texas Hold’em, ma anche nella classica e comunque emozionante, versione italiana a cinque carte.

Quattro anni fa, passai un brutto periodo di depressione a causa di una lunga e travagliata crisi matrimoniale, e così da episodico ed oculato frequentatore di casinò che ero, diligente conoscitore della letteratura tecnica, ma anche persona attenta ai valori della religione e della famiglia, finì per diventare più assiduo ed incauto, giungendo ad investire gran parte delle mie finanze in favore dell’unico pensiero ossessivo che mi voleva seduto ad un tavolo verde con un enorme stack davanti e due carte in mano.

Senza rendermene conto, però, il tempo volava via, e mia moglie un bel giorno se ne andò, lasciandomi sulla scrivania soltanto gli incartamenti per l’avvocato e la richiesta per assegni di mantenimento, che la sentenza puntualmente le elargì fin troppo generosamente. 
I miei affetti pian piano si diradarono, ma a me poco importava: nel mio rifugio scintillante mi sentivo libero, mi sentivo vivo. Al tavolo cessava ogni mia angoscia ed inquietudine; potevo finalmente distogliere il pensiero dalle mie tormentate afflizioni e rivolgerlo soltanto al calcolo probabilistico, ma soprattutto potevo annullarmi nell'estasi impetuosa della sorte, e naufragare in quella maestosa ondata di adrenalina che pervade l’anima al seguir dell’attesa euforica intimazione: “show down!”.

venerdì 5 ottobre 2018

Il bordello delle bambole: luogo di perdizione o di incontro col Signore?

 
«
Tancredi,
Non siamo di Torino, ma i miei amici ed io, appena abbiamo avuto la notizia, abbiamo prenotato con settimane di anticipo per essere lì il primo giorno: un viaggio di preghiera e di invocazioni al Signore e a tutti i Santi ogni volta che la vecchia Panda di Rino faticava a ripartire o faceva scintille raschiando al suolo la marmitta sulle buche più dure e perciò soprannominata "Fiat lux".
Devo confessarti che ridevamo e scherzavamo, ma avevamo un gran senso di colpa: mica abbiamo detto nulla a mogli e fidanzate!
Ma la curiosità era troppa: perversione? La bambola gonfiabile l'avevamo provata tutti, ma queste sono di silicone, morbidezza naturale, mica come il materassino della spiaggia.  Ma, ascolta, la questione è che pensavo di andare a fare una porcata e, invece, è stata un'esperienza mistica: quando sono entrato nella stanza era lì, sdraiata ad aspettarmi. Un sorriso così dolce che mi distoglieva lo sguardo da quei seni e quel culo da favola.
Non era una donna, era qualcosa di diverso, di più, era, non pensare che voglia bestemmiare, una santa: era ovvio che qualunque cosa avessi fatto con Lei, Lei non avrebbe peccato. Era al di sopra di ogni peccato, a tal punto che quando ebbi finito di sfogare i miei istinti su quel corpo perfetto che continuava a sorridermi qualunque perversione realizzassi, mi sentii pulito e immacolato. Mi sentii solo come avevo provato dopo la mia prima assoluzione, quella della Prima Comunione: completamente senza peccato.


giovedì 20 settembre 2018

Sacrifici umani e pedofilia nel nome del Signore


 
«
Carissimo fratello Tancredi,
nel momento in cui Santa Madre Chiesa è sconvolta da tanti presunti scandali di pedofilia, ad opera di tanti bravi sacerdoti e l’animo cristiano ne resta profondamente turbato, ci si rende conto che oltre al perdono e alla preghiera sarebbero necessarie chiare precisazioni che orientino un franco e cristiano dibattito su questo blog.
È per questo che mi rivolgo a te, caro fratello Tancredi, non solo affinché le tue sagge esegesi portino questi fatti sotto la giusta luce e la parola del Signore sia correttamente interpretata, ma anche per riscattare Santa Madre Chiesa dalle odiose calunnie che Le vengono malignamente e troppo spesso rivolte.
Diciamo innanzitutto che le presunte vittime di inesistenti violenze sono i seminaristi e i chierichetti.
E diciamo anche che la decisione di ammettere i primi allo studio della teologia e i secondi al servizio dell’altare di Cristo riveste una responsabilità enorme agli occhi della società e soprattutto agli occhi di Dio.
Chi assume questa responsabilità dovrebbe guardare come un padre in fondo agli occhi del suo figliolo, scorgervi l’innocenza di Gesù fanciullo e guardarsi bene dal corromperla.
Ma si può affermate che le tenere chiappe, fresche e rotondette di un fanciullo, non siano un elemento utile e sufficiente a capire la sua idoneità al servizio divino?
E chi potrà mai affermare che l’amore che può spontaneamente sbocciare fra un sacerdote e un suo discepolo non sia da considerare un dono del Signore?
Si può affermare che la manifestazione fisica di questo amore non sia un modo per onorare il Signore?


venerdì 3 agosto 2018

Riproduzione sessuata o asessuata? La nerchia e la fica come opera del Signore

«  
Cari fratelli esegeti,
Come è avvenuta la creazione degli organi riproduttivi? 
Genesi ci insegna che furono creati gli animali, poi l'uomo per servirli. Ma non ci parla di sesso o di come gli animali si potessero riprodurre.
Infine ci dice che Dio creò la donna, Eva, da una costola di Adamo perché non stava bene che la creatura prediletta del Signore cucinasse e facesse le pulizie in casa.
Quindi vuol dire che Adamo da solo non si poteva riprodurre.
Ma se non poteva Adamo, allora neanche gli animali?
Poi Adamo ed Eva mangiarono la mela, si accorsero di essere nudi, lo sguardo cadde su genitali ed evidentemente, non capendo subito a cosa servissero, decisero di nasconderli con la foglia di fico (scelta del cazzo, se per caso c'era il latte li voglio vedere che urla ...). Ma allora, prima di digerire la mela i genitali c'erano o non c'erano? Forse è che mangiare le mele migliora la vista ed Eva vide il cazzo piccolo solo dopo aver riacquistato tutte le diottrie? Ma no ... quelle sono le carote ...
Allora è la mela che fa spuntare il cazzo al maschio e produce un orifizio nella femmina?
Ho provato più volte a mangiare mele per farmi crescere il cazzo ... niente! Sempre piccolo rimane!
Eppure Adamo, quando era solo, senza compagna, non doveva certo avere protuberanze, a che pro? Per pisciare sarebbe bastato un buco, come Ken di Barby! 
E gli animali non dovevano mica riprodursi: c'era solo Adamo ed era probabilmente vegetariano! 
Voi esegeti che sapete tutto, aiutatemi a capire dalle scritture quando il Signore decise di creare gli attributi sessuali.
Devotamente Vostro
Pio
»

lunedì 28 maggio 2018

Big bang theory e ambiguità sessuale: la settimana della creazione

« 
Esegeti della mia cippa!
Ma non capite una mazza! Ma davvero credete che la Bibbia dica cose serie? Guardate la Genesi ad esempio: Dio prima crea la luce e poi il Sole e le stelle. Ma vi sembra possibile? E da dove usciva la luce? Dal nulla? Ahahahaha
E l’uomo? Maschio e femmina li creò vero? E basta? Ma se in natura esistono centinaia di specie animali in cui l’omosessualità è diffusa ed esistono persino specie di uccelli dove è normale l’adozione da parte di coppie omosessuali che salvano le uova di troppo dai nidi ove verrebbero abbandonate o buttate a terra per covarle e crescerne amorevolmente i piccoli? Ma vi sembra possibile credere ancora a un libro del genere? Un libro di favole scritto da pecorai ignoranti che fumavano roba strana e poi credevano di sentire il loro Dio che gli parlava dai cespugli.
Sveglia!!!!111
Teo
»

lunedì 23 aprile 2018

Giovanni o Maddalena? Drag queen e transessualità alle radici del Cristianesimo


« 
Cari fratelli e sorelle,  
ho letto di recente un articolo dove venivano analizzate le opere d’arte medioevali e rinascimentali che ritraggono nell’ultima cena una ragazza semi addormentata sulle gambe di Nostro Signore. L’ipotesi più ragionevole è pensare che si trattasse di Maria Maddalena. Ho poi trovato nei Vangeli che Gesù le voleva molto bene e in diversi scritti si dice che la baciasse sulla bocca.
Ma allora ha ragione Dan Brown? Era la sua fidanzata o addirittura sposa segreta? Potrebbero avere avuto la figlia di cui parla il romanzo? Cosa ne pensate?
Pio Bernardo
»